Il Forum in cui due culture contrapposte dalla storia, possono confrontarsi e discutere sulla religione, confrontando i libri della fede: Bibbia & Corano

Il nuovo forum dedicato interamente alla religione, dove tutti e quando dico tutti, intendo sia cristiani che musulmani, sono invitati a prenderci parte!Scambiate opinioni e pareri in totale armonia.

Non sei connesso Connettiti o registrati

Muhammad Il Sigillo dei Profeti

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

1 Muhammad Il Sigillo dei Profeti il Ven Set 11, 2009 6:14 pm

Hanno detto di Muhammad (PBL)

Di seguito le citazioni riguardo il Profeta Muhammad(*), tratte da opere di grandi uomini e pensatori della storia.



“O capo dei credenti! Il mondo, non appena ti intese, credette alla tua parola.

Il giorno in cui nascesti apparve una stella e tre torri del palazzo di Chosroe caddero!

Victor Hugo (1802-1885)

Lègende des Siècles, L’Islàm, IX, vv.42-45



“Maometto era sincero.

Farne un impostore è un concetto disonorevole.

Non è verosimile che un uomo possa guadagnare la fiducia dei suoi contemporanei in modo, si può dire, tanto illimitato…

Era un uomo dotato di una personalità eccezionale,

un messaggero che ci fornì ragguagli sull’ In conoscibile, sull’Infinito.

Thomas Carlye (1795-1881)

On the heroes of the History, 1840, p. 120



“Dobbiamo ammettere che sottrasse quasi tutta l’Arabia all’idolatria, insegnò l’Unità di Dio…

Facile capire come una religione così semplice e saggia,

insegnata da un uomo sempre vittorioso abbia soggiogato una parte della terra…

La sua religione è saggia, severa, casta, umana:

Saggia perché non cadde nella demenza di dare a Dio degli associati, e perché non ha misteri;

Severa perché proibisce i giochi d’azzardo, il vino, i liquori forti,

ed ordina la preghiera cinque volte al giorno…

Aggiungete a tutto queste qualità la tolleranza”.

Voltaire (1694-1778)

Oeuvres complètes, 26 pp.227-228, 547



“Maometto fu principe; riunì attorno a se i suoi compatrioti.

In pochi anni i suoi Muslims conquistarono mezzo mondo.

Strapparono ai falsi dèi più anime, abbatterono più idoli,

abbatterono più templi pagani in quindici anni

che i settari di Mosè e di Gesù non fecero in quindici secoli.

Maometto fu un grande uomo.

Napoleone Bonaparte (1769-1821)

Campagne d’ Egypte et de Syrie, 1798-1799



“Mai uomo si propose, volontariamente o involontariamente,

scopo più sublime, poiché questo scopo era sovrumano:

scalzare le superstizione imposte fra il Creatore e la creatura,

restituire Dio all’uomo e l’uomo a Dio,

restaurare l’idea razionale e sana della divinità

in quel caos di dei materiali: l’idolatria.

Mai uomo ha compiuto al mondo e in minor tempo

Una rivoluzione così immensa e durevole…

Se la grandezza del disegno, la scarsezza dei mezzi,

l’ immensità del risultato sono le tre misure dell’ingegno dell’uomo,

chi oserà mai comparare umanamente

un qualsiasi grande uomo della storia moderna a Maometto?...

Maometto fu meno di un dio ma più di un uomo:

fu un profeta”.

Alfonse de Lamartine (1790-1869)

Histoire de la Turquie, 1854, pp.259 e ss.



“Un popolo intero innalza il suo principe,

e nel fluente trionfo dà nome a terre;

città nascono sotto i suoi passi.

Avanza inarrestabile, e si lascia alle spalle palazzi di marmo

E vette raggianti di torri che il suo vigore ha creato.

L’ Atlante regge sul dorso dimore di cedro;

mille vessilli, nel cielo, sventolano fremendo

sopra la sua testa, segno della sua gloria.

E così, fragoroso di gioia, porta i fratelli,

i suoi tesori e i suoi figli in seno al Padre che attende.

Johann Wolfang Goethe (1749-1832)

Vedi il profilo dell'utente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum